Dalla Regione Puglia

Classificazione stabilimenti balneari, Mennea: «Ora più garanzie per chi va in spiaggia»

Già da quest'anno si potranno classificare gli stabilimenti con l’attribuzione delle "stelle marine"

Politica
Margherita mercoledì 12 febbraio 2020
di La Redazione
Mennea in IV Commissione
Mennea in IV Commissione © nc

“Abbiamo realizzato un lavoro di approfondimento per individuare i criteri di classificazione degli oltre mille stabilimenti balneari presenti in Puglia e affrontato nel dettaglio gli aspetti relativi all’accessibilità di diversamente abili, bambini e anziani. Abbiamo prestato grande attenzione anche all’ecosostenibilità su gestione di acqua, energia, rifiuti. Unanimente, abbiamo condiviso la griglia finale che consentirà, facoltativamente, già da quest’anno di classificare gli stabilimenti con l’attribuzione delle ‘stelle’, mentre dall’anno prossimo sarà obbligatoria a tutela di tutti i consumatori. Per differenziare e caratterizzare meglio la categoria è stato approvato un emendamento che contraddistingue le strutture balneari con le ‘stelle marine’”. Lo ha dichiarato Ruggiero Mennea, proponente della legge che contiene le modifiche alle 11/99 (sulla disciplina delle strutture ricettive e delle attività turistiche) e la tabella esplicativa “G bis” (contenente i requisiti obbligatori per la classificazione degli stabilimenti balneari), licenziata ieri all’unanimità dalla quarta commissione.

Mennea ha tenuto a sottolineare che “oggi è stato portato a compimento un grande lavoro realizzato insieme a tutta la struttura regionale al Turismo e quella al Demanio e a tutti i componenti della quarta commissione, presieduta egregiamente da Donato Pentassuglia. Ma abbiamo tenuto conto soprattutto – ha aggiunto - dei suggerimenti arrivati dalle associazioni di categoria, importantissimi per arrivare a un provvedimento efficace e condiviso”.

“Ora la pdl approderà all’esame dell’aula per l’approvazione definitiva”, ha spiegato. “Dopo di che, entro 60 giorni, la struttura regionale dovrà predisporre la modulistica per classificare gli stabilimenti balneari di coloro i quali decideranno di adeguarsi facoltativamente già da quest’anno. In questo modo, chi entra in uno stabilimento balneare con le ‘stelle’ saprà in che tipo di struttura entra, senza trovare più sorprese. Questo – ha concluso – a beneficio sia dei residenti che dei turisti”.

Lascia il tuo commento
commenti