La nota del consigliere regionale capogruppo PD Filippo Caracciolo

Carcinoma mammario, proposta di legge regionale per test genomici gratuiti

Proposta di legge per una Puglia sempre più all’avanguardia

Politica
Margherita mercoledì 29 settembre 2021
di La Redazione
Prevenzione del cancro al seno
Prevenzione del cancro al seno © n.c.
“Ho sottoscritto con i colleghi Fabiano Amati, Maurizio Bruno, Enzo Di Gregorio, Donato Pentassuglia e Francesco Paolicelli una proposta di legge finalizzata a colmare il ritardo sui test genomici alle donne con carcinoma mammario in fase precoce”. Ad intervenire sul tema è il consigliere regionale e presidente del gruppo PD Filippo Caracciolo. 
 
“L’importanza di approvare questa proposta di legge - afferma Caracciolo - risiede essenzialmente in due fattori: porterebbe le donne ad evitare chemioterapie inappropriate o dannose e consentirebbe di proseguire nel solco tracciato dalle leggi, sullo screening obbligatorio per la SMA, sul sequenziamento dell’esoma e sul DNA fetale”.
 
“A questi fattori - prosegue il consigliere regionale - si inserisce una riflessione di carattere scientifico. Le donne con carcinoma mammario in fase iniziale, hanno la necessità di sottoporsi a trattamento chirurgico e sulla base dell’esame istologico risultano a basso, intermedio o alto rischio di recidiva. Se si escludono i casi a basso o alto rischio di recidiva, per i quali la decisione di ricorrere o meno alla chemioterapia adiuvante è molto semplice, difficile si presenta la decisione per i casi definiti a rischio incerto o intermedio. Di qui l’importanza del test genomico, che si presenta decisivo per la prescrizione o meno della chemioterapia”.
 
“Il test genomico - conclude Caracciolo - sarà erogato gratuitamente. Questo va ad ulteriore testimonianza della nostra volontà di supportare le donne nella loro difficile battaglia contro il tumore”.
Lascia il tuo commento
commenti