Si celebra oggi, 10 febbraio

Giorno del Ricordo, sen. Damiani (FI): "La forza della verità storica contro ogni negazionismo"

"L'orrore delle foibe colpisce le nostre coscienze" e "non può essere negato": con queste parole il Presidente Sergio Mattarella ha voluto ricordare oggi il dramma degli esuli e degli infoibati istriani, giuliani e dalmati

Politica
Margherita mercoledì 10 febbraio 2021
di La Redazione
Il sen. Dario Damiani (FI)
Il sen. Dario Damiani (FI) © nc

"L'orrore delle foibe colpisce le nostre coscienze" e "non può essere negato": con queste parole chiare e profonde il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha voluto ricordare oggi il dramma degli esuli e degli infoibati istriani e giuliano-dalmati, nel corso della cerimonia che ricorre annualmente dal 10 febbraio del 2004, quando fu istituito il Giorno del Ricordo.

"Sollevare il velo nero che per decenni, dopo la fine della seconda guerra mondiale, aveva volutamente coperto e confinato nell'oblio i tragici fatti accaduti sul confine orientale ceduto alla Jugoslavia, è stata operazione complessa ma tenacemente perseguita da tante associazioni di esuli, che per troppo tempo hanno gridato inascoltati la loro verità, che oggi finalmente è verità di tutti e non può essere negata, come sottolinea con fermezza il Capo dello Stato - dichiara il senatore di Forza Italia Dario Damiani - Ricordare il martirio subìto da migliaia di persone, fra cui anche tanti anziani, donne e ragazzi, per il solo fatto di essere italiani ma ormai stranieri in casa propria, è un dovere, così come è un imperativo morale opporre la forza della verità storica a ogni tentativo di negazionismo ideologico che prova ancora a farsi strada", conclude il parlamentare azzurro.

 

Lascia il tuo commento
commenti