Un messaggio augurale

Fine anno 2020, bilancio e auguri per il 2021 dal sen. Dario Damiani (FI)

"Ci attende quindi un anno carico di aspettative, in cui chi governa avrà il dovere di dare risposte ai cittadini stremati dalla crisi e sfiduciati"

Politica
Margherita giovedì 31 dicembre 2020
di La Redazione
Il sen. Dario Damiani (FI)
Il sen. Dario Damiani (FI) © nc

"Se negli anni passati non era quasi mai semplice selezionare gli episodi importanti da prendere in considerazione per un bilancio finale, ciò non vale per il 2020. Purtroppo quest'anno è stato dominato da un unico evento che ha sconvolto la vita di tutti noi, in ogni parte del mondo. La pandemia da coronavirus e la conseguente patologia denominata Covid-19 hanno seminato angoscia e morte, sconvolto le nostre abitudini sociali, obbligandoci a limitare i contatti personali persino con familiari e affetti più cari". Così il senatore barlettano di Forza Italia, Dario Damiani, in apertura di un suo bilancio sull'anno che si conclude.

"Abbiamo affrontato una situazione drammatica senza precedenti nell'ultimo secolo, che lascerà un segno profondo in tutti noi per lungo tempo. Un'emergenza sanitaria mondiale che, ben presto, si è trasformata in emergenza economica globale. Abbiamo familiarizzato con il termine "lockdown", che ha significato chiusura di attività industriali e commerciali per settimane, limitazioni severe agli spostamenti, sospensione delle attività didattiche di scuole e università, drastica chiusura dei luoghi di svago e aggregazione culturale come musei, cinema, teatri, concerti. Le ricadute socio-economiche dei provvedimenti imposti per limitare la diffusione del contagio sono state pesantissime, assimilabili non a caso alle conseguenze devastanti di un conflitto mondiale. 

Grazie al lavoro prezioso degli scienziati, l'anno si conclude almeno con una grande speranza: la distribuzione del vaccino anti-covid dovrebbe traghettarci finalmente verso un immediato futuro di controllo della malattia e della sua trasmissione, consentendoci un ritorno alla quasi normalità delle nostre abitudini. Ci attende quindi un anno carico di aspettative, in cui chi governa avrà il dovere di dare risposte ai cittadini stremati dalla crisi e sfiduciati. 

Anche la mia azione parlamentare nell'ultimo anno è stata inevitabilmente orientata alla ricerca di soluzioni e proposte da sottoporre, con il gruppo di Forza Italia, all'attenzione dell'esecutivo. I nostri capisaldi per la ripresa sono il sostegno diretto alle imprese, l'utilizzo di tutte le risorse messe a disposizione dall'UE, finalizzare il maggior debito agli investimenti e non alle politiche di mero sussidio, una seria riforma fiscale. Per quanto di mia competenza, ho sempre posto massima attenzione alle esigenze del nostro territorio, che mi onoro di rappresentare in Parlamento e, seppur dai banchi dell'opposizione, posso affermare con soddisfazione di aver raggiunto importanti risultati, dei quali ho dato ampia e puntuale informazione in questi mesi attraverso la stampa locale. 

Le realtà economiche del Sud e del nostro territorio, già fragili, hanno subìto un impatto devastante dalla pandemia, poiché focalizzate soprattutto su turismo, gastronomia, servizi, commercio: tutti settori drasticamente ridimensionati dalla necessità di combattere il virus. A loro, agli imprenditori che con eroismo quotidiano non si sono arresi, a chi ha perduto il lavoro già precario, agli studenti che hanno dovuto rinunciare all'esperienza irripetibile della condivisione scolastica, a tutte le famiglie che hanno perso un parente a causa del Covid-19, auguro di ritrovare quanto prima la serenità che è mancata in questo 2020. Sono convinto che il peggio sia ormai alle nostre spalle, che la tempesta che abbiamo attraversato sarà solo un pessimo ricordo e che il 2021 sarà un anno di grande impegno collettivo sulla strada comune della ripartenza". 

 

Lascia il tuo commento
commenti