Dalla Diocesi

Nuovo anno scolastico, il saluto augurale dell'Arcivescovo Mons. D'Ascenzo

"A differenza degli altri anni, questo nuovo anno scolastico, a causa della pandemia causata da coronavirus, incomincia con grandi interrogativi, perplessità e incertezze, ma la speranza non deve mai venir meno"

Cultura
Margherita sabato 12 settembre 2020
di La Redazione
Mons. D'Ascenzo tra i giovani
Mons. D'Ascenzo tra i giovani © nc

In occasione dell'avvio del nuovo anno scolastico, S.E. Mons. Leonardo D’Ascenzo si rivolge al mondo della scuola per porgerle il suo saluto augurale:

«Carissimi, dirigenti scolastici e docenti, personale tecnico, amministrativo e ausiliario, alunni e genitori, il nuovo anno scolastico 2020-21 riprende il cammino di formazione personale e culturale.

A differenza degli altri anni, questo nuovo anno scolastico, a causa della pandemia causata da coronavirus, incomincia con grandi interrogativi, perplessità e incertezze, ma la speranza non deve mai venir meno. Questa bella virtù, che San Paolo ci invita a praticare, è la forza che ci permette di guardare avanti e continuare il nostro percorso di vita con entusiasmo, forza e coraggio in quel Dio che ci conduce, con amore di padre, verso la piena realizzazione del suo amore in noi.

Quest’anno l’intera Chiesa Diocesana, in tutte le sue esperienze formative e spirituali, si soffermerà a riflettere sulla dimensione della povertà, “Chiesa povera per i poveri”, come priorità di attenzione nelle varie forme di programmazione. Abbiamo avuto modo di conoscere maggiormente la dimensione della povertà, nel suo aspetto più deleterio, in questo periodo di emergenza sanitaria, non soltanto dal punto di vista economico, ma soprattutto nel suo approccio morale, esistenziale e interiore. Come Chiesa ci impegneremo ad essere vicini a coloro che hanno fame e sete non soltanto del cibo che perisce, ma anche di quello che nutre il cuore e l’anima e che richiede maggiore attenzione e responsabilità (cf. Gv 6,27).

“Consegniamoci” alle giovani generazioni che ci vengono affidate, donando loro la testimonianza che, uniti e coinvolti come istituzioni, possiamo donare alla società una testimonianza viva di fraternità e di attenzione per la crescita umana e spirituale di ogni persona umana.

Vi auguro, unitamente al nuovo Direttore dell’Ufficio Scuola Diocesano, sac. Nicola Grosso, un felice anno scolastico, pieno di serenità e di soddisfazione.

Mi dichiaro, come sempre, disponibile ad incontrarvi sul campo di lavoro per stabilire con voi un dialogo fraterno e sincero»

Lascia il tuo commento
commenti