Operazione nazionale promossa dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto

Controlli su filiera ittica, operazione "Mercato globale" anche nella BAT

Per un totale di circa 20.000 euro di sanzioni comminate e circa una tonnellata di prodotto ittico posto sotto sequestro.

Cronaca
Margherita lunedì 30 dicembre 2019
di La Redazione
Operazione Mercato Globale
Operazione Mercato Globale © nc

Si è conclusa oggi, anche nel territorio della Provincia BAT, l’operazione nazionale complessa in materia di controllo e vigilanza sulla filiera ittica denominata “MERCATO GLOBALE”, promossa dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto sotto l’egida del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e coordinata a livello regionale dal Centro di Controllo Area Pesca (C.C.A.P.) della Direzione Marittima di Bari.
Questi, in sintesi, gli obiettivi principali dell’attività posta in essere:
- verificare la correttezza delle attività commerciali che operano all'ingrosso e al dettaglio, al fine di tutelare il prodotto ittico nazionale (Made in Italy) e di contrastare il fenomeno dei c.d. “mercati paralleli”;
- tutelare il consumatore finale verificando che il prodotto ittico sia conforme ai requisiti di legge per quanto attiene alla tracciabilità e all'etichettatura, in contrasto al fenomeno della mancanza/contraffazione delle etichette;
- garantire l'osservanza delle leggi sulla pesca, nell'intento di favorire un'attività di cattura ecosostenibile, nel rispetto degli stock ittici e dell'ecosistema marino e costiero.
Fenomeni come l’errata/omessa indicazione delle informazioni prescritte, la mancanza di tracciabilità del prodotto ovvero il fenomeno della pesca abusiva e/o non regolamentata, oltre a costituire un potenziale pericolo per la salute dei cittadini, penalizzano tutti i numerosi addetti del settore ittico che operano invece nel pieno e completo rispetto delle regole previste dalle normative di settore.

Nell’ambito dell’operazione “MERCATO GLOBALE” i militari della Guardia Costiera di Barletta e dei dipendenti Uffici marittimi di Margherita di Savoia, Trani e Bisceglie, hanno portato a termine svariati controlli, procedendo ad elevare 15 sanzioni amministrative ed eseguendo 13 sequestri amministrativi, per un totale di circa 20.000 euro di sanzioni comminate e di circa una tonnellata di prodotto ittico posto sotto sequestro.

Dall’inizio dell’anno, in materia di vigilanza e controllo sulla filiera ittica, i militari della Guardia Costiera di Barletta e dei dipendenti Uffici del Compartimento Marittimo, hanno effettuato circa 900 controlli, elevando nel complesso n° 164 sanzioni amministrative, per un importo complessivo pari a circa 220.000 euro, procedendo ad eseguire n. 83 sequestri amministrativi e n. 10 sequestri penali, che hanno portato al
ritiro dal mercato di circa 7 Tonnellate di prodotto ittico potenzialmente pericoloso per la salute degli acquirenti.

Lascia il tuo commento
commenti