Operazione della Capitaneria di porto

Pesca illecita, sequestrati 4 quintali fra Barletta e Margherita di Savoia

Riscontrate violazioni in materia di tracciabilità del prodotto ittico

Cronaca
Margherita giovedì 15 novembre 2018
di La Redazione
La motovedetta Cp 520 della Capitaneria di Porto
La motovedetta Cp 520 della Capitaneria di Porto © n.c.

Alle prime luci dell’alba della giornata di oggi è scattato il blitz, coordinato dal Capitano di Fregata Sergio Castellano, dei militari della Capitaneria di Porto di Barletta e del dipendente Ufficio Locale Marittimo di Margherita di Savoia, volto a contrastare ogni forma di illecito connesso alla filiera della pesca nella locale area portuale.
L’operazione ha permesso di riscontrare violazioni in materia di tracciabilità del prodotto ittico (mancanza di etichettatura e dei documenti propedeutici alla corretta tracciabilità del pescato nelle successive fasi di vendita) contestate a motopesca in rientro dalle attività di pesca e venditori ambulanti.
In totale sono state elevate tre sanzioni per un importo complessivo pari a 4.500,00 € e sequestrati quasi quattro quintali di prodotto ittico tra molluschi bivalvi e pescato sotto misura (novellame triglie).
L’attività posta in essere verrà replicata nei prossimi giorni per perseguire il fine ultimo della tutela degli ignari consumatori che ammaliati dai bassi costi, cedono alla tentazione di acquistare prodotto ittico di provenienza sconosciuta e che quindi potenzialmente mettono a rischio la propria salute.

Lascia il tuo commento
commenti