Un cambiamento solo temporaneo

L'area mercatale torna nella precedente collocazione

Un ritorno salutato con grande soddisfazione da parte delle organizzazioni sindacali di categoria, degli operatori commerciali e della cittadinanza

Cronaca
Margherita sabato 06 ottobre 2018
di La Redazione
Bancarella al mercato
Bancarella al mercato © n. c.

Giovedì 4 ottobre l’area mercatale di Margherita di Savoia è tornata nella sua precedente collocazione. Un ritorno al passato, sia pure solo temporaneo, che però è stato salutato con grande soddisfazione da parte delle organizzazioni sindacali di categoria, degli operatori commerciali e della cittadinanza poiché va a chiudere un periodo contraddistinto da numerosi disagi a seguito della decisione della precedente amministrazione comunale che nel novembre 2016 aveva spostato il tradizionale mercato del giovedì nell’area prospiciente il Liceo “Aldo Moro”.

Questo il commento del Sindaco di Margherita di Savoia avv. Bernardo Lodispoto: «Nonostante le condizioni metereologiche non ottimali tutto si è svolto regolarmente. Per la prima volta, inoltre, sono stati distribuiti agli operatori commerciali dei sacchi per la raccolta dei materiali di scarto che hanno consentito agli operatori ecologici di ripulire l’area in pochissimo tempo. L’auspicio è che questa localizzazione dell’area del mercato non duri per più di un anno: l’amministrazione comunale è al lavoro per reperire dei finanziamenti ad hoc per la realizzazione di una nuova e definitiva area destinata ad ospitare in piena sicurezza il mercato del giovedì. Con questa decisione, in ogni caso, abbiamo posto rimedio ad una situazione incresciosa che ha rappresentato uno sperpero di risorse pubbliche, con l’aggravante inoltre dei numerosi contenziosi e richieste di danni presentate in questi due anni dai cittadini che hanno lamentato conseguenze a causa della mancata sicurezza dell’area e delle pessime condizioni della superficie asfaltata».

L’assessore con delega al commercio Grazia Galiotta evidenza le cifre del nuovo mercato: «Sono state dislocate 202 postazioni, di cui 179 per attività non alimentari e 23 per la vendita di prodotti alimentari: questa nuova sistemazione permetterà più agevoli controlli per fronteggiare il fenomeno dell’abusivismo. Inoltre la nuova riperimetrazione ha permesso agli operatori commerciali di sistemare i loro mezzi sull’area carrabile e non più sui marciapiedi, come era avvenuto in passato, garantendo massima sicurezza per i cittadini e gli esercenti».

Lascia il tuo commento
commenti