Da Palazzo di Città

Esalazioni da incendi dolosi, accertate le cause

Il Comune ha accertato che gli incendi alla base di tali esalazioni non avvengono nell’ambito del Comune di Margherita di Savoia ma provengono dai paesi vicini

Cronaca
Margherita venerdì 21 settembre 2018
di La Redazione
Incendio
Incendio © n.c.

L’amministrazione comunale di Margherita di Savoia si è tempestivamente attivata per fronteggiare lo sgradevole fenomeno delle esalazioni di fumo che negli ultimi giorni si sono sprigionate a causa di piccoli incendi di probabile matrice dolosa e che hanno creato non pochi fastidi alla popolazione ammorbando l’aria nel Paese delle Saline soprattutto nelle ore serali e notturne.

Il Comune ha immediatamente attivato tutte le procedure di verifica del territorio attraverso il personale della Polizia Locale ed ha accertato che gli incendi alla base di tali esalazioni non avvengono nell’ambito del Comune di Margherita di Savoia ma provengono dai paesi vicini e che i miasmi vengono dunque trasportati verso la nostra cittadina a causa dello spirare dei venti.

Alla luce di questo, il Sindaco di Margherita di Savoia, Avv. Bernardo Lodispoto, ha allertato senza indugi il Sindaco del vicino Comune di Trinitapoli, Avv. Francesco Di Feo, il quale gli ha fornito immediate garanzie per impedire il ripetersi di tale sgradito fenomeno e che, dopo aver disposto un sopralluogo condotto da Carabinieri e Polizia Locale, ha comunicato che sembrerebbe trattarsi di piccoli incendi dolosi e di atti vandalici che si verificano a macchia di leopardo, concludendo che saranno messe in atto tutte le misure di sorveglianza e di indagine per identificare i responsabili.

«A tutela della salute pubblica – ha dichiarato il Sindaco di Margherita di Savoia, Avv. Bernardo Lodispoto – ci siamo immediatamente attivati presso gli organi competenti ed abbiamo attivato tutte le procedure di controllo trovando grande collaborazione da parte del Sindaco di Trinitapoli che ci ha garantito il massimo impegno per contrastare e reprimere questo odioso fenomeno. Ribadiamo la nostra ferma volontà di salvaguardare le risorse ambientali e di tutelare la salute dei cittadini e in particolare dei più anziani e degli ammalati, che in gran numero si sono lamentati a causa di queste maleodoranti esalazioni».

Lascia il tuo commento
commenti