Cerimonia ieri, 17 ottobre

Conferita la cittadinanza onoraria di Margherita di Savoia al geologo Mario Tozzi

Il noto divulgatore scientifico è originario del comune salinaro per parte di padre

Attualità
Margherita domenica 18 ottobre 2020
di La Redazione
Mario Tozzi e il sindaco Lodispoto
Mario Tozzi e il sindaco Lodispoto © nc

Pur nel rigoroso rispetto delle misure anti Covid, la comunità di Margherita di Savoia ha rivolto un ideale abbraccio al geologo e divulgatore scientifico Mario Tozzi nel giorno del conferimento della cittadinanza onoraria da parte del Consiglio comunale: la cerimonia, svoltasi alla presenza delle massime autorità civili, militari e scolastiche, ha visto anche la partecipazione dei numerosi parenti che Mario Tozzi – per parte di padre originario proprio di Margherita di Savoia – può contare nel paese delle Saline. Fra gli intervenuti anche l’avv. Loredana Capone in rappresentanza del Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, che ha sottolineato l’opera meritoria svolta da Mario Tozzi per la conoscenza del nostro territorio e delle sue caratteristiche.

Nel suo intervento il Sindaco di Margherita di Savoia, avv. Bernardo Lodispoto, ha spiegato i motivi del conferimento della cittadinanza onoraria a Mario Tozzi: «I suoi meriti scientifici - ha detto - vanno ben al di là della visibilità che con il suo lavoro ha dato alla Salina e alla Zona Umida di Margherita di Savoia: conosciamo bene le sue trasmissioni televisive così come il suo impegno per la salvaguardia dell’ambiente e dell’ecosistema ma conosciamo anche il suo rigore morale, le sue forti prese di posizione, il suo coraggio nel denunciare situazioni che rischiano di compromettere gli equilibri del nostro pianeta. Il nostro riconoscimento rinsalda il legame che Mario Tozzi ha con la città di cui è originario e che oggi lo abbraccia con orgoglio, affetto e riconoscenza».

Un affetto ricambiato dalle parole di Mario Tozzi: «Posso dire di essere cittadino di Margherita di Savoia da sempre: ricordo quando da piccolo venivo in vacanza qui con mio padre e passavo giornate intere a giocare coi miei cugini. A questo territorio ho anche rivolto la mia tesi di dottorato. Posso dunque dire che in questo paese io avverto fortemente il senso della famiglia. Ritengo che Margherita di Savoia sia, per usare un termine un po’ abusato, una città resiliente per la sua capacità di assorbire gli urti per poi ritornare alla sua forma originaria, ma è anche una città che, per le sue caratteristiche, è un luogo dove si vive meglio rispetto a come si può vivere altrove. E ci riesce fondandosi su ciò che aveva ed ha da sempre: la salina, la costa, la Zona Umida. In poche parole, le sue risorse ambientali».

Lascia il tuo commento
commenti