La nota al termine dei lavori

Verso il bilancio sociale e di genere della Regione Puglia

Un documento condiviso con il partenariato istituzionale e socio economico per valutare la coerenza tra quanto programmato, quanto realizzato e l’impatto sul benessere dei cittadini con un approccio di genere

Attualità
Margherita martedì 17 settembre 2019
di la redazione
Foto del confronto nel padiglione 152 della Regione Puglia
Foto del confronto nel padiglione 152 della Regione Puglia © n.c.

È terminato nel padiglione 152 della Regione Puglia il confronto sul Bilancio sociale e di genere, previsto dalla Legge sulla Partecipazione (n.28/2017): si lavora alla redazione finale di un documento condiviso con il partenariato istituzionale e socio economico, da presentare ai cittadini, per valutare la coerenza tra quanto programmato e quanto realizzato e l’impatto sul benessere dei cittadini con un approccio di genere, ovvero attento alla qualità della vita di donne e uomini.

Un confronto a più voci che ha visto l’intervento, tra gli altri, di Lino Albanese Direttore del Dipartimento Bilancio , Annagrazia Maraschio Consigliera Regionale di Parità, Francesca Zampano Sezione Pari Opportunità, Titti De Simone Consigliera del Presidente Emiliano, Massimo Bianco del Dipartimento Bilancio.

Per Titti De Simone «la Puglia in generale riparte con il piede giusto, con segnali positivi su più fronti che fanno ben sperare, cominciando dal settore turismo che continua a registrare punti percentuali più che positivi insieme ai dati sull’occupazione, ed agli indicatori BES Istat sul contrasto alla povertà, sulle politiche ambientali, e della sanità».

I rappresentanti del partenariato sociale presenti all’incontro hanno avanzato proprie idee e proposte da inserire nel documento finale di rendicontazione sociale di genere.

«Un incontro fondamentale quello di oggi - ha commentato Lino Albanese Direttore del Dipartimento Bilancio - un sopporto per il governo regionale nel captare i bisogni che emergono dalla comunità, facilitando così l’avvio di quelle attività utili a migliorare qualità e aspettative di vita della popolazione regionale».

Un impegno che coinvolge tutte le parti sociali, per una sfida - quella del benessere sociale - che punti ad una crescita continua.

Nelle prossime settimane la Regione Puglia, completerà il lavoro della redazione del Documento, attraverso il tavolo del partenariato istituito in virtù della legge regionale sulla partecipazione.

Lascia il tuo commento
commenti