La novità per la mobilità sostenibile

Auto elettriche, incentivi regionali per l'installazione dei punti di ricarica domestici

L’entità massima del contributo attribuibile a ciascun intervento è pari all’80% del costo da finanziare, IVA compresa, fino ad un massimo di € 1.500,00

Attualità
Margherita venerdì 30 agosto 2019
di la redazione
Colonnina domestica per ricarica auto elettriche
Colonnina domestica per ricarica auto elettriche © n.c.

È stato pubblicato sul BURP n. 87 del 01/08/2019 l’avviso pubblico concernente “Contributi per l’acquisto e l’installazione di punti di ricarica domestica per veicoli elettrici alimentati da fonte rinnovabile (L.R. 30 dicembre 2016, n. 40, art. 34)”, con il quale si finanzia l’acquisto e l’installazione di punti di ricarica domestici connessi a sistemi di autoproduzione da fonte rinnovabile per veicoli alimentati ad energia elettrica. La scadenza fissata è l’8 novembre.

Il suddetto avviso prevede l’ammissibilità per le seguenti tipologie di spesa:

  • l’acquisto del punto di ricarica domestica (wall box/colonnina);
  • la prestazione professionale relativa alla progettazione del punto di ricarica domestica;
  • l’installazione di punti di ricarica domestica;
  • piccoli interventi edilizi finalizzati all’installazione del punto di ricarica;
  • l’adeguamento della potenza per garantire l’allacciamento del punto di ricarica domestica o per l’eventuale installazione del contatore dedicato;
  • IVA, se risulta non detraibile.

L’entità massima del contributo attribuibile a ciascun intervento è pari all’80% del costo da finanziare, IVA compresa, fino ad un massimo di € 1.500,00. Il contributo potrà eventualmente essere integrato con risorse aggiuntive direttamente a carico del soggetto beneficiario o attraverso altre fonti di finanziamento.

L’avviso è rivolto ai privati cittadini residenti in Puglia che possiedono un autoveicolo elettrico a batteria e ai condomìni nei quali risultino uno o più residenti che siano in possesso di autoveicolo elettrico a batteria. È possibile accedere al finanziamento anche nel caso in cui si sia in possesso della sola copia della proposta di acquisto dell’autoveicolo elettrico.

«Sebbene l’importo del finanziamento non sia particolarmente cospicuo – ha dichiarato l’assessore regionale alla mobilità sostenibile Giovanni Giannini - questa iniziativa rientra nelle politiche regionali di incentivazione verso forme alternative di trasporto meno inquinanti da tempo messe in campo. Infatti i dati ACI ci dicono che nei primi cinque mesi del 2019, rispetto ai primi cinque mesi del 2018, proprio la Puglia è la Regione che ha fatto registrare il maggior incremento del parco auto "green" (auto elettriche e ibride) con un +86,2%. Un dato incoraggiante, che testimonia un cambio di mentalità. L’auspicio è che le somme messe a disposizione dalla Regione possano essere spese e non restino inutilmente nelle casse regionali, come è accaduto per i due precedenti bandi.

La Puglia è sempre più impegnata nella promozione della mobilità sostenibile, con l’obiettivo di ridurre l’inquinamento atmosferico, in particolare nelle aree urbane, densamente popolate e trafficate».

Lascia il tuo commento
commenti