La novità

Gli ospedali di Andria e Barletta hanno 7 nuovi direttori di struttura complessa

Ad Andria Andrea Sinigaglia, Giuseppe D’Orsi, Francesco Bartolomucci, Salvatore Lenti e Beniamino Casalino; a Barletta Maurizio Girelli e Pietro Lalli

Attualità
Margherita mercoledì 14 luglio 2021
di La Redazione
Gli ospedali di Andria e Barletta hanno 7 nuovi direttori di struttura complessa
Gli ospedali di Andria e Barletta hanno 7 nuovi direttori di struttura complessa © n.c.

Sette nuovi direttori di struttura complessa hanno firmato oggi il proprio contratto.

«É una giornata molto importante per noi. Avere la presenza di un direttore nelle strutture sanitarie significa garantire un guida, avere una organizzazione dei servizi certa, predisporre i percorsi di cura in maniera definita. I concorsi che oggi ci hanno condotto a queste sottoscrizioni sono stati svolti anche nel periodo per noi più impegnativo della gestione pandemica – dice Alessandro Delle Donne, Commissario straordinario della Asl Bt – e con molto orgoglio oggi abbiamo convocato i vincitori per firmare il contratto di lavoro e dare avvio alla loro attività in qualità di direttori di struttura complessa».

Andrea Sinigaglia – Direttore Presidio Ospedaliero Bonomo-Andria

Punto di riferimento della Asl Bt in qualità di Direttore sanitario del presidio ospedaliero di Bisceglie, il dottor Sinigaglia è specialista Medicina Legale,  Neurologia e Criminologia Clinica. In questo momento riveste anche il ruolo di Direttore del presidio di Barletta nonché di Direttore del Dipartimento ospedaliero della Asl Bt. Da marzo 2020 è responsabile del covid hospital.  E’ stato presidente dell’ufficio procedimenti disciplinari Asl Bt, consulente della Procura di Trani e Bari. E’ autore di pubblicazioni su management direzione ospedaliera.

Giuseppe D’Orsi – Direttore Uoc Neurologia Ospedale Bonomo-Andria

Il dr D’Orsi ha ricoperto l’incarico di dirigente medico presso l’unità operativa di Neurologia a direzione universitaria del Policlinico di Foggia dal 2010 a oggi e nel 2019 è stato nominato responsabile del Centro per lo studio e la cura dell’Epilessia. Risultati di rilievo sono stati ottenuti non soltanto nello studio e nella cura dell’epilessia, ma anche nello studio delle malattie cerebrovascolari, nelle encefaliti autoimmuni, nelle demenze, nelle malattie rare e nella malattia di Parkinson. Autore di numerosi articoli scientifici internazionali e nazionali, ha ottenuto anche diversi riconoscimenti da parte delle società scientifiche di settore. 

Francesco Bartolomucci – Direttore Uoc Cardiologia Ospedale Bonomo-Andria

Già direttore facente funzione della unità operativa complessa di Cardiologia dell’ospedale Bonomo di Andria, il dottor Bartolomucci ha approfondito anche lo studio del management sanitario, della lean organization e dei costi standard. Docente a contratto di  Ecocardiografia, ha partecipato in qualità di relatore a 153 eventi scientifici di formazione negli ultimi 15 anni. Gli sono stati riconosciuti attestati di expertise in Ecocardiografia transtoracica, transesofagea, eco stress, ecocardiografia pediatrica, in eco doppler vascolare e in emergenza urgenza e in Ecocontrastografia. Il dottor Bartolomucci ha prodotto 50 lavori scientifici e 68 abstract editi a stampa su riviste nazionali e internazionali.

Salvatore Lenti – Direttore Uoc Medicina Ospedale Bonomo Andria

Il dottor Lenti arriva dalla Toscana dove ha ricoperto l'incarico di direttore della UOC di Medicina Interna e del reparto COVID del presidio ospedaliero dell'Amiata senese. Nella sua storia professionale c’è anche una importante esperienza professionale svolta all'Ospedale di Arezzo prima come dirigente medico, poi come direttore dell'UOSD di Ipertensione e rischio cardiovascolare. Ha al suo attivo oltre duecento pubblicazioni scientifiche, la partecipazione a numerosi convegni in qualità di relatore e la docenza universitaria. E' componete del direttivo nazionale della FADOI.

Beniamino Casalino – Direttore Uoc Ostretricia e Ginecologia Ospedale Bonomo-Andria

Dirigente medico in servizio dal 2007 presso l’unità operativa di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale Bonomo di Andria, il dottor Casalino si è perfezionato in trattamento dell’endometriosi severa, oncologia ginecologica e uro-ginecologia, ha effettuato ripetuti Comandi Ospedalieri finalizzati presso Centri di eccellenza come l’Ospedale “Sacro Cuore don Calabria” di Negrar, il Dipartimento di Ginecologia Oncologica dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma e l’Unità di Oncologia Ginecologica dell’Istituto Nazionale Tumori di Milano, ottenendo una casistica operatoria certificata. Il dottor Casalino ha eseguito oltre 2000 interventi di chirurgia maggiore ginecologica per patologia oncologica e benigna, e oltre 2500 procedure endoscopiche isteroscopiche maggiori.

Maurizio Girelli – Direttore Uoc Neurologia Ospedale Dimiccoli Barletta

Dirigente medico in servizio presso l’unità operativa di Neurologia dell’ospedale Dimiccoli di Barletta, il dottor Giorelli ha svolto attività clinica ambulatoriale e ospedaliera sui disturbi del movimento, malattie cerebrovascolari, sclerosi multipla, demenze e altre malattie Neurodegenerative dal 1996 ad oggi. Dottorato di ricerca in Neuroscienze Applicate e professore a contratto di Neurologia per l’ Università degli Studi di Bari e Foggia dal 2007 ad oggi, è autore e coautore di decine di lavori scientifici pubblicati su riviste internazionali e nazionali. Il dottor Giorelli è inoltre principal investigator o co-investigator in progetti di ricerca clinici internazionali nonché membro del gruppo di studio italiano della demenza a corpi di Lewy

Pietro Lalli – Direttore Uoc Ostetricia e Ginecologia Ospedale Dimiccoli Barletta

Dirigente medico in servizio presso l’unità operativa di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale Dimiccoli di Barletta dal 1995 a oggi, il dottor Lalli rappresenta un punto di riferimento importante per le attività ostetriche – la media dei parti annui supera le 100 unità - e per le attività ginecologiche. Nel corso degli anni ha più volte svolto incarichi di direttore facente funzione e ha partecipato a numerosi corsi di formazione anche in qualità di relatore e di docente. Ha approfondito le tematiche attinenti alla professione anche attraverso la frequentazione volontaria e non inferiore a tre mesi, di rilevanti strutture italiane ed esterne.

Lascia il tuo commento
commenti