Seggi aperti dalle 7 alle 23 di oggi, 10 giugno

Amministrative 2018, Margherita di Savoia al voto per eleggere Sindaco e Consiglieri comunali

Le consultazioni amministrative 2018 riguardano in tutto 761 comuni italiani

Politica
Margherita domenica 10 giugno 2018
di La Redazione
Elezioni amministrative 2018
Elezioni amministrative 2018 © nc

Seggi aperti oggi, domenica 10 giugno, in oltre 700 comuni italiani per le elezioni amministrative 2018, con le quali i cittadini elettori sceglieranno i nuovi Sindaci e i Consiglieri comunali e circoscrizionali. L'eventuale turno di ballottaggio si svolgerà domenica 24 giugno.

Le consultazioni amministrative 2018 riguardano in tutto 761 comuni italiani. Sul totale dei comuni si contano:

109 comuni "superiori", cioè con più di 15.000 abitanti, e 651 "inferiori";
20 capoluoghi di provincia.

Alle urne sono chiamati 6 milioni e 749 mila italiani. I seggi saranno aperti dalle 7 alle 23 e lo scrutinio inizierà subito dopo la conclusione delle operazioni di voto.

Tra i comuni con meno di 15 mila abitanti, anche Margherita di Savoia, che eleggerà Sindaco e Consiglieri fra 5 liste:

Lista 1 Per il Bene Comune con Paolo Marrano Sindaco

Lista 2 MoVimento 5 Stelle con Mario Tozzi Sindaco

Lista 3 Margherita Migliore con Bernardo Lodispoto Sindaco

Lista 4 L'Avvenire con Carlo Ronzino Sindaco

Lista 5 Più Margherita con Antonella Cusmai Sindaco

COME SI VOTA - Le modalità di espressione del voto cambiano in funzione della popolazione dei comuni.

Fino a 15 mila abitanti - L'elettore può tracciare un segno solo sul candidato sindaco, solo sulla lista collegata al candidato sindaco o anche sia sul candidato sindaco che sulla lista collegata: in ogni caso il voto viene attribuito sia alla lista di candidati consiglieri che al candidato sindaco. E' eletto sindaco il candidato che ottiene il maggior numero di voti. Le preferenze si esprimono scrivendo negli appositi spazi il cognome (oppure il nome e cognome in caso di omonimia) dei candidati consiglieri comunali della lista votata.

Oltre i 15 mila abitanti - Si può tracciare un segno solo sul candidato sindaco (in questo caso il voto viene attribuito solo a lui); tracciare un segno solo su una delle liste collegate o anche sia sul candidato sindaco che su una delle liste collegate (in entrambi i casi il voto viene attribuito sia al candidato sindaco che alla lista di candidati consiglieri). E' possibile anche esprimere il cosiddetto 'voto disgiunto', tracciando un segno sul candidato sindaco e un altro segno su una lista non collegata (in questo caso il voto viene attribuito sia al candidato sindaco che alla lista non collegata).

Viene eletto sindaco al primo turno il candidato che ottiene la maggioranza assoluta dei voti validi (almeno il 50% più uno); qualora nessun candidato raggiunga tale soglia si tornerà a votare per il ballottaggio tra i due più votati. Le preferenze si esprimono scrivendo negli appositi spazi il cognome (oppure il nome e cognome in caso di omonimia) dei candidati consiglieri comunali della lista votata.

I DOCUMENTI NECESSARI - L'elettore deve presentarsi al seggio con un documento d'identità con foto, valido o anche scaduto purché consenta l'identificazione. L'altro documento fondamentale è la tessera elettorale. In caso di smarrimento, deterioramento o furto, oppure in caso di completamento degli spazi sulla tessera, è possibile richiedere il duplicato presentandosi di persona all'Ufficio elettorale del proprio Comune, che resterà aperto per tutta la giornata del voto.

IN TRENO - Trenitalia offre tariffe agevolate per chi vive fuori dal proprio comune di residenza, per raggiungere in treno le località di voto. Il viaggio di andata può essere effettuato dal decimo giorno antecedente il giorno di votazione e quello di ritorno fino alle ore 24 del decimo giorno successivo al 10 giugno. L’agevolazione 'Viaggi degli elettori' prevede, per i treni Frecciarossa, Frecciargento, Frecciabianca,InterCity, InterCity Notte e servizio cuccette, la riduzione del 70% rispetto al prezzo base del biglietto. Per i treni regionali è prevista una riduzione del 60% sul prezzo del biglietto. Gli elettori che rientrano dall’estero potranno usufruire della tariffa 'Italian Elector'. Per usufruire delle agevolazioni sono necessari un documento d'identità e soprattutto la tessera elettorale (che nel viaggio di ritorno va esibita regolarmente timbrata dal presidente di seggio). Anche Ntv Italo offre riduzioni per gli elettori: 60% di sconto sui treni andata e ritorno per viaggiare dal 1 al 20 giugno in ambiente Smart o Comfort (per biglietti acquistati dal 10 maggio al 10 giugno). Anche in questo caso è necessaria la tessera elettorale.

Lascia il tuo commento
commenti