Dalla Regione Puglia

Ecotassa, la Regione Puglia approva il disegno di legge

Obiettivo premiare ulteriormente le comunità pugliesi che si dimostreranno in grado di avviare o proseguire un percorso virtuoso

Politica
Margherita mercoledì 14 marzo 2018
di La Redazione
Ecotassa
Ecotassa © n. c.

Il Consiglio regionale ha approvato il disegno di legge riguardante il ‘Tributo speciale per il deposito in discarica e in impianti di incenerimento senza recupero dei rifiuti solidi’ con l’obiettivo di adeguare la normativa regionale in materia alle disposizioni nazionali.

“Sono soddisfatto per l’approvazione del Disegno di Legge a cui ho dato un contributo fattivo - dichiara Filippo Caracciolo, consigliere regionale PD -. Sono state introdotte modalità al fine di premiare ulteriormente le comunità pugliesi che si dimostreranno in grado di avviare o proseguire un percorso virtuoso, investendo su sistemi innovativi ed efficaci di raccolta differenziata, e quei Comuni che ospitano discariche o impianti privi di recupero di energia. A tal proposito è utile sottolineare che una parte del gettito del tributo, pari al 20%, sarà destinato ai Comuni sui cui territori insistono impianti di discarica e di incenerimento, estendendo peraltro le finalità di utilizzo delle risorse da parte dei Comuni e definendo i criteri di ripartizione tra gli stessi. In questo modo sarà possibile compensare i disagi per i territori derivanti per la presenza di tali impianti.

Il Disegno di Legge approvato contiene una disciplina transitoria che permetterà di confermare a tutti i Comuni che prevedono di conseguire nei mesi di settembre, ottobre e novembre 2018 determinati incrementi medi di raccolta differenziata in termini percentuali rispetto ai dati validati del periodo che va da settembre 2016 ad agosto 2017, l'applicazione dell'aliquota validata per il 2013. Una misura - conclude il consigliere regionale Filippo Caracciolo - per incentivare concretamente interventi strutturali sul servizio di raccolta dei rifiuti da parte dei Comuni e per incrementare le percentuali di raccolta differenziata puntando a obiettivi sempre più ambiziosi dal punto di vista ambientale”

Lascia il tuo commento
commenti