Le dichiarazioni

Asl BT, la Regione autorizza la Risonanza magnetica al PTA di Trani

Delle Donne: «Un ulteriore tassello per una offerta sanitaria più completa»

Attualità
Margherita giovedì 17 maggio 2018
di La Redazione
il diretto generale Asl Bt, Delle Donne
il diretto generale Asl Bt, Delle Donne © AndriaLive

Una importante notizia giunge per la Asl/Bt ed in particolare per il Presidio Territoriale di Assistenza di Trani. Ieri la Regione ha autorizzato la risonanza magnetica per l’ex ospedale “San Nicola Pellegrino”. Adesso la Direzione generale della Asl/Bt avvierà le relative procedure amministrative, che il comune di Trani potrà celermente autorizzare, consentendo alla Asl di installare una grande apparecchiatura tra le più moderne esistenti, così da aggiunge un tassello fondamentale nella realizzazione del presidio territoriale più avanzato tecnologicamente dell’intera zona, per una offerta sanitaria più completa, nel segno della vera integrazione tra ospedale e territorio.

Dopo l'incontro avvenuto venerdì 11 maggio con il Presidente Michele Emiliano, viene messo a segno un importante, quanto strategico colpo a favore della città di Trani e della offerta sanitaria in tutta la Asl Bt.

Per l’avv. Alessandro Delle Donne, Direttore generale della Asl/Bt: «Questo risultato conseguito è solo una ulteriore tappa del programma che stiamo attuando come Direzione generale, e che vede convinto sostenitore proprio il Presidente Emiliano, il quale ha sostenuto sin dal suo nascere, il progetto di sviluppo su Trani, consentendo di avviare quello che potrebbe essere il progetto di PTA più innovativo d'Italia. Una autentica eccellenza che contribuirà a sviluppare ed accelerare il programma di offerta sanitaria del territorio».

La presenza che il Presidente Emiliano sta riservando negli ultimi giorni ai presidi della Asl/Bt dimostrano quanta attenzione venga riservata all’attività che viene svolta sul nostro territorio a favore della migliore offerta socio sanitaria per la collettività.

«Ritegno che quanto stiamo realizzando, con il contributo di tutto il personale che lavora nelle varie strutture della nostra Asl, sia la dimostrazione dell’impegno concreto ad attuare le direttive impartite nel piano sanitario regionale.

Ieri a Barletta abbiamo presentato i risultati della ricerca “La cura e la persona: la valutazione partecipata dell’umanizzazione negli ospedali pubblici e privati della provincia BAT". Con i rappresentanti delle Associazioni di Volontariato, che si sono resi parte attiva in questo progetto, abbiamo analizzato i dati dell’indagine promossa a livello nazionale dall’AGENAS, che ha riguardato le strutture sanitarie della Asl/Bt, screening condotto per il tramite dell’AResSS Puglia, in collaborazione con gli uffici URP e Comunicazione e le stesse associazioni di volontariato accreditate.

Le equipe locali, analizzando i risultati emersi in questo primo step, hanno quindi definito degli specifici piani di miglioramento, condivisi con le Direzioni delle strutture di ricovero che sono stati presentati ai rappresentanti delle Associazioni di Volontariato. Se procederemo su questo e gli altri versanti d’intervento dell’offerta sanitaria sul territorio - ha concluso l’avv. Alessandro Delle Donne -, senza altri obiettivi se non quello del miglioramento di quanto stiamo realizzando, sicuramente incaselleremo altri importanti, positivi traguardi per la crescita sociale ed il benessere della nostra società».

Lascia il tuo commento
commenti