Il disastro ferroviario sul binario Corato-Andria, dall'incidente alla cronaca giudiziaria

Strage ferroviaria del 12 luglio, un anno dopo. Cronache di un disastro: foto e video

Le pagine che hanno segnato questi 365 giorni e le iniziative in programma per oggi

Attualità
Margherita mercoledì 12 luglio 2017
di La Redazione
Marea umana in strada. Le immagini della fiaccolata in memoria delle vittime
Marea umana in strada. Le immagini della fiaccolata in memoria delle vittime © CoratoLive.it

Quella di oggi sarà una giornata carica di emozioni. Corato e Andria, insieme a tutti i paesi di origine delle vittime del disastro ferroviario del 12 luglio 2016, faranno memoria. Ognuno, a suo modo, ricorderà. Con una preghiera, un pensiero, un fiore.

CoratoLive.it, dopo aver ripercorso le pagine della cronaca che hanno segnato questi 365 giorni, seguirà tutte le iniziative organizzate per oggi.

Alle 11.07 in città risuoneranno 23 rintocchi dalle campane delle parrocchie. Alle 17.30 sarà scoperta la targa del piazzale della stazione intitolato alle “Vittime dell’incidente ferroviario del 12 luglio 2016”: tra loro due coratini, Francesco Ludovico Tedone e Luciano Caterino, uno dei due macchinisti. Vicino alla nostra città anche l'altro macchinista rimasto intrappolato fra le lamiere, Pasquale Abbasciano: era il marito di una dipendente del Comune di Corato. Alle 18.30, in piazza Cesare Battisti, inizierà la messa in suffragio delle vittime celebrata dal vicario zonale don Peppino Lobascio. Per entrambi gli appuntamenti in programma è stata annunciata la presenza del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.

Per ricordare con gioia Francesco Ludovico Tedone, la sua famiglia e l’associazione a lui dedicata hanno organizzato “Komorebi”: «non sarà semplice – ammettono la sorella Tiziana e il fratello Natale – ma proveremo a vivere questo momento così difficile offrendo ai giovani una occasione in più per dare sfogo alle loro passioni, per stare insieme. Perché Francesco questo ha sempre fatto, anche in Giappone: è stato una calamita, ha saputo radunare intorno a sé ed alle sue passioni le persone che incontrava». Ecco il tutto programma di “Komorebi”.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette