L'iniziativa è stata chiamata "Due nazioni, unica tutela"

Agricoltura e lavoro nero nella Bat, c'è l'intesa tra Cgil e sindacato Romania

Prima della presentazione dell'accordo nel capoluogo pugliese, il 7 luglio, la Flai Cgil Puglia con la Flai Cgil Bat hanno organizzato una giornata di confronto per oggi, 6 luglio

Attualità
Margherita giovedì 06 luglio 2017
di La Redazione
Agricoltura
Agricoltura © n. c.

Circa 35.000 cittadini romeni sono residenti in Puglia e oltre 17.000 di loro sono impiegati in agricoltura. A questa cifra si sottraggono coloro che lavorano irregolarmente, approssimativamente 3.000. A riferire questi numeri è il segretario generale della Flai Cgil della provincia pugliese Barletta-Andria-Trani (Bat), Gaetano Riglietti, alla vigilia della sigla di un protocollo d'intesa tra la Flai Cgil Puglia e il sindacato romeno Fratia, per la cooperazione tra la Federazione dei lavoratori agricoli e i sindacati di categoria della Romania Cnslr Fratia e Agro-Fratia, in collaborazione con l'ambasciata di Romania e il consolato rumeno in Puglia.

L'iniziativa, chiamata "Due nazioni, unica tutela", "mira a una maggiore tutela dei lavoratori impegnati nel settore agricolo in Puglia - sottolinea Riglietti - e a favorire l'emersione del "nero" per contrastare il fenomeno dello sfruttamento della manodopera nei campi. Prima della presentazione dell'accordo nel capoluogo pugliese, il 7 luglio, la Flai Cgil Puglia con la Flai Cgil Bat hanno organizzato una giornata di confronto per oggi, 6 luglio. In mattinata si terrà un'assemblea in un'azienda ortofrutticola di Margherita di Savoia in cui sono impegnati alcuni lavoratori rumeni, alle 12 si prosegue a San Ferdinando di Puglia nella sala consiliare del comune ci sara' un incontro con il sindaco Salvatore Puttilli e i lavoratori del comparto; la giornata si concluderà con una riunione alle 17,30 con il sindaco di Andria presidente della provincia di Barletta - Andria - Trani, Nicola Giorgino, a palazzo di città ad Andria.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette